Stralci d'eternità ...

Stralci d'eternità ...

Era il lontano 1995 e la Vergine Santissima si esprimeva così:

Sia lodato il Corpo Divino del Mio Gesù presente nell’Eucarestia.

Cara figlia, sono Io la Madre dell’Ulivo Benedetto, la Regina della Pace. Come dispensatrice di pace, eccoMi qui nuovamente in mezzo ai Miei figli, che necessitano delle grazie del Signore Iddio, per rinforzarsi in questa ora di tenebra che grava sull’umanità intera.

Sono la vostra Regina ed amo insieme a voi che siete la Mia Corona d’Amore vivente. Figlia Mia, il Mio Cuore è straziato dal dolore a causa di questa discendenza che si è voluta identificare ad ogni costo al crudele Caino ed al terribile Erode. Non posso più guardare questa terra e gioirne come perfetta Creazione.

Voi amate la guerra e tramate ovunque la divisione. Come potrò Io attuare la pace ristabilendola in modo particolare nei popoli più martoriati ed afflitti, se la volontà vostra è perversa e nemica della Volontà del Padre? Tuttavia oggi con l’aiuto di quei pochi, molto pochi figli, sto portando la devozione[1]che rinnovando i cuori, farà alitare aria nuova e fresca, che rinnoverà i Miei giardini.

D: “Madre Santa, quali sono i giardini?”

Maria SS: “O figliola, siete voi, siete voi! Siete voi! Oh, il Mio Cuore è sconsolato e l’Amore di Mio Figlio crocifisso! Sappia la Mia Chiesa che sta vivendo i tempi della Sua Passione, della Sua Crocifissione e si deve impegnare per salvare quante anime possibile. Gli scandali debbono terminare, l’impurità deve essere sconfitta o vivrete ancor peggio i giorni a venire. Il Mio Cuore Immacolato sta esprimendo tutto il dolore e voi figli impegnatevi nella Nuova Evangelizzazione che aiuterà questa Seconda Pentecoste ad effondersi su tutti voi con potenza. Diventate i soldati della Milizia Celeste, guidata dall’Arcangelo Michele, Mio generale! Siate fari di luce nell’oscurità che sempre più veloce avanza.

Figlia Mia, non v’è più molto tempo e per questo vi avverto, perché come Madre vostra sono avvolta in una profonda amarezza per i figli.

Vi benedico: il Cielo si aprirà e nuovamente vi donerà Santa Purificazione[2]. Porta l’abbraccio a tutti. Io ho accompagnato nella preghiera coloro i quali sono venuti nel Mio luogo[3]. A breve ritornerai. A presto, poiché il Mio Messaggio ancora non è finito”.

(Messaggio del 23.08.1995)

Nonostante sia passato tanto tempo, queste parole risuonano più che attuali. Conosciamo tutti ormai le condizioni in cui versa l’intero universo e di certo “dall’alto” non sarà un bello spettacolo! “Nono posso più guardare questa terra e gioirne come perfetta Creazione”. E’ il dolore di una Madre, la nostra, che ha accettato di soffrire con il Figlio per la nostra salvezza. Quel giorno, dopo tre ore di agonia sulla Croce, Gesù rimette lo Spirito al Padre e la Vergine Santa muore nell’anima col Figlio. Questa “offerta d’Amore” per la nostra salvezza continua in ogni Santa Messa finchè non saremo tutti rigenerati nel Suo Amore. Ma quanto ancora Gesù dovrà soffrire per l’indifferenza dell’uomo? “Oh, il Mio Cuore è sconsolato e l’Amore di Mio Figlio crocifisso!”. Come possiamo rimanere indifferenti a tanto dolore?

Tutti coloro che hanno conosciuto il Messaggio di Riparazione di Maria Vergine dell’Eucaristia, hanno il dovere di impegnarsi ad aiutare questa Madre, la nostra, affinchè splenda presto la Luce di Cristo sull’intera umanità! “… e voi figli impegnatevi nella Nuova Evangelizzazione che aiuterà questa seconda Pentecoste ad effondersi su tutti voi con potenza”.

Tutti noi, figli della Vergine Santissima, siamo chiamati in prima persona e, guardando dentro al nostro cuore, chi di noi potrà dire: “Scusa ma non me la sento?”.

“… non v’è più molto tempo e per questo vi avverto perchè come Madre vostra sono avvolta in una profonda amarezza per i figli…”  . Non perdiamoci dunque in perplessità, dubbi o timori, ma abbandoniamoci tra le braccia della Madre di tutte le madri, e offriamo la nostra vita per Lei, scala del Paradiso, Giglio di massima purezza.


[1]
La devozione al Suo Cuore Immacolato, che abbraccia anche la devozione alla Regina dell’Ulivo Benedetto, Santissima Vergine dell’Olio.

[2]Subito dopo l’Apparizione c’è stato un violento temporale

[3]La “Celeste Verdura”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *