Io desidero salvare l’Italia e il mondo!

Io desidero salvare l’Italia e il mondo!
Era il 16 febbraio del 2000 e la Madonna così parlava al Suo strumento:;… Figlia Mia, orsù riprenditi da questo stato di sfiducia e di arresa. È proprio adesso il tempo che molti profeti e santi hanno sognato (nel senso di prevedere e pregustare). Ti domando di perseverare con il tuo sacrificio e la tua preghiera perché il Progetto del Padre si sta realizzando attraverso la Mia Apparizione.
Pochi, molto pochi hanno capito e accolto la Mia venuta in questo lembo di terra benedetto e così diversi cuori si sono persi nello scoraggiamento! Tu, figlia Mia, non devi sfiorire perché Mi vedi e ricevi le Mie materne parole. La Vergine dell’Eucaristia non vi abbandonerà, figli Miei . Offrite le vostre umiliazioni al Mio Divin Figlio per liberarvi dalla enorme confusione che regna sovrana.
La tua nazione si macchierà di un grave peccato se si vorrà sovvertire l’ordine naturale della famiglia.
Ti avevo già parlato che vi avrei preservato da un particolare castigo, ma oggi l’uomo non vuole più collaborare con Dio e la Sua Ira trabocca.
La Mia Apparizione a Manduria, definita “la più discutibile”, onorerà il Cuore del Padre per mezzo della riparazione che, dalla piccola cappella, si eleverà al Cielo! Io desidero salvare l’Italia e il mondo!
Resta nella pace di Dio, figliolina!
Io desidero salvare l’Italia e il mondo!
Abbiamo voluto evidenziare e sottolineare, parole che ci hanno colpito particolarmente e che sembrano presagire i tempi che stiamo vivendo.
E’ vero che spesso ci si sente come se vivessimo “fuori da ogni logica umana e morale” e un certo scoraggiamento sembra aleggiare nei nostri cuori, ma Ella ci incoraggia, ci esorta e ci assicura la Sua materna Presenza. Spesso il vento soffia forte e sembra che si perda l’orientamento ma Ella viene in nostro soccorso rincuorandoci con le Sue materne parole.
In questi anni, la Vergine Santa ci ha insegnato il “valore dell’offerta” delle nostre umiliazioni, dei nostri sacrifici, delle nostre penitenze ed ha infuso nel nostro cuore la certezza che esse sono gradite a Dio perché contribuiscono a riparare il cuore ferito del Padre e per la salvezza dell’umanità.
In questi giorni la nostra Italia e la Chiesa intera vive un momento particolare. E’ curioso come proprio il 23 di questo mese si sia insediato il nuovo governo! No, amici, non vogliamo far politica, ma vogliamo solo affidare alla Vergine dell’Eucaristia le sorti dell’Italia. Le ultime notizie circa la diffusione nelle scuole italiane di libri per bambini che raccontano storie di omosessuali, produce un certo sgomento. Si sta tentando in tutti i modi di attentare alla famiglia nella sua naturale manifestazione. Si vuole, come dice la Madonna “sovvertire l’ordine naturale della famiglia”.
La Chiesa si prepara invece ad affrontare ad Ottobre un Sinodo riguardante proprio la famiglia e l’evangelizzazione. Il Santo Padre chiede a tutte le famiglie costante preghiera perché lo Spirito Santo “aiuti la Chiesa a compiere un vero discernimento” in materia.
Affidiamo il futuro dell’Italia e del mondo alla Vergine dell’Eucaristia. Preghiera, riparazione, sacrificio siano gli strumenti per aiutarLa in questo Progetto d’Amore del Padre.
Io desidero salvare l’Italia e il mondo!
“…Sono la Signora dell’Eucaristia e, come già ti dissi, per mezzo di questo altro titolo sarà salito un altro gradino ove all’apice si mirerà Cristo Glorioso e potente nel Suo Corpo e nel Suo Sangue.
Ti parlai che questa devozione avrebbe salvato l’Italia; ma Io oggi ti riaffermo che salverà il mondo, la Chiesa intera!!!…” (mess. 23.08.1998)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *