I giovani a Debora

I giovani a Debora

Riportiamo di seguito un piccolo colloquio avuto con Debora in uno dei nostri incontri ai quali ella si è dimostrata aperta ed attenta alle nostre esigenze di giovani. Molti di noi l’hanno conosciuta sin dai primi anni dell’apparizione quando, giovanissima, infondeva nei coetanei e non, una tale forza d’animo che ci permetteva di affrontare serenamente le ansie del nostro cuore affidando tutto alla Vergine Maria.

Da qualche anno Dio l’ha chiamata  anche alla missione della famiglia e nonostante le sofferenze fisiche e morali che la coinvolgono, è sempre salutare per l’anima ascoltarla e stare in sua compagnia per assaporare quel dolce angolo di Cielo che ella vive con la Madonna. Fino alla fine della sua giornata non si tira mai indietro nel servire Cristo nei fratelli e di offrire i suoi sacrifici in segno di riparazione.

La ringraziamo per il suo aiuto, la sua preghiera e la sua disponibilità a guidarci verso Gesù per mezzo di Maria, Vergine dell’Eucaristia. Che Dio la benedica nella sua missione!

Cara Debora dal 1992 è trascorso circa un ventennio ed ancora sappiamo che il tuo colloquio con la Madonna non si è mai interrotto. Oggi sei sposata ed hai un bellissimo bambino come è mutato  il rapporto con la Signora?

D: Ma logicamente molte cose si sono evolute man mano che maturavo le cose, con la famiglia tu hai altre responsabilità e nuove cose da affrontare ma il rapporto con la Madonna è sempre una nuova e meravigliosa realtà. Non si può dire che un’apparizione (nonostante le sue modalità) sia come un’altra. Ogni volta ci si ritrova in una condizione di perfetta pace e sono certa sia la condizione a cui tutti aspiriamo con il trascorrere del tempo!  Quando sei con Lei nulla è più importante!

Di tuo figlio  hai preoccupazione in quei momenti?

D: No! Io non ho più pensieri o problemi personali quando sono con la Madonna; è difficile poter esprimere i reali sentimenti ma non vorrei interrompere quello stato di quiete per niente al mondo. Credo di vivere  tutte le volte un’anticipazione del Paradiso ove le anime si amano in Dio senza legame di natura.

In cielo allora non ci si preoccupa per i cari della terra?

Certamente ma in maniera diversa! La parola ”preoccupazione” si trasforma in “intenzione di salvezza”. Bisogna capire che l’esigenza ha visioni letteralmente più infinite e quindi i parametri affettivi non scompaiono ma sono modificati da un più grande evento che l’Amore di Dio.

Come è il tuo rapporto con la gente oggi?

D: Normale. Il passato non ha portato via le incomprensioni e la confusione ha lasciato tracce di dubbi e pregiudizi  come è normale che sia, ma io continuo ad affidarmi alla Madonna come sempre e da Lei ricevo la grazia di cancellare i pensieri pesanti. Cerco di vedere negli altri ciò che è buono, in fondo ciascuno ha la sua croce da portare, le sofferenze dell’anima da guarire e alla fine il tuo sorriso è quello che conta davvero.

E con i pellegrini  quanto è cambiato il rapporto?

D: Cerco di trasmettere la mia esperienza in modo diretto proprio così come la vivo tutti i giorni. Stare con loro mi fa sentire in parte come durante l’apparizione. Sto male quando non riesco a fare qualcosa per loro e con tutto il cuore sono coinvolta dai loro bisogni. Nonostante il tempo sia  più corto mi sforzo di offrire loro una posizione centrale rispetto ai doveri.

Credi che essi capiscono la tua esperienza e i tuoi cambiamenti?

D: C’è una sensibilità legata misteriosamente alla testimonianza che ricevono. Alcuni si fermano alla parte esteriore della persona, altri meno superficiali cercano in te di chiarire la voce che sentono e che li guida al bene, al Signore, al senso vero delle cose. Sicuramente entrambi percepiscono quello che provo a raccontare e sanno che sono una persona come loro;  il resto è solo dono di Dio che si può ricevere in diverse manifestazioni.

Tornando all’amicizia con la Vergine Santa puoi dire se e come la percepisci oggi?

In questo non è cambiato nulla. In alcune circostanze Lei mi abbraccia o si lascia baciare ed è come farlo con una persona di questo mondo. Ha carne, ossa, colore, odore ma ha la dolcezza e l’amore di Dio che l’ha formata Mamma di tutte le mamme…..

Intervista del 2005 circa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *