“Dio mio, accogli tra le Tue braccia d’Amore le richieste di quest’arida umanità…”

”Dio mio, Figlio del Padre, Spirito di Dio, Sposa della Trinità Beata e Santa, assistete Voi la Passione del Figlio, che fu amore del Padre, che mostra il Paraclito come modello di vita oggi. Tu, Sposa Beata, accogli nelle Tue braccia d’Amore pietose le numerose richieste di quest’arida umanità che ancora osa, verso di Te, chiedere ardente preghiera di salvezza. Tu, Potentissima Trinità, dacci ali di santità, affinché volando nell’amore, possiamo sorvolare questo cielo più nero delle tenebre. Glorificata Tu, Beata Trinità, da’ Parola, affinché Ti possa eternamente benedire. Sii benedetta, Luce del mondo, che nel Tuo Figlio ti fai vedere e sentire a noi ciechi e sordi del Tuo amore benedetto ed infinito. Amen, Amen, Amen” (18.3.1994)

 

“… Miei fiori, la cosa più bella per voi è far parte del Mio giardino fiorito. Le Mie mani vi sfiorano dolcemente e con amore infinito e tenerezza “sdolcinata”[1], vi accarezzano. Figlioli, lascio in voi l’anelito. Figli, Io vi amo, diletti del Mio Sacro Cuore. Entrate nel Mio Ovile! Siate in Me come Io sono nel Padre[2]. Figli e fratelli, quanto il Mio Cuore si lacera, quando vi vede lontani ed assenti dalla Verità. Diletti, Io, il Rabbunì[3], vi sono vicino per quanti mi vorranno e non mi vorranno vicino[4]. Vi salverò, vi strapperò dal fango del mondo!

Io Mi addoloro nel vedervi di continuo mescolati al peccato, quando Io, il Mistico Sponsale delle vostre piccole anime, vi chiamo alla santità, una santità che si esprime solo ed esclusivamente nell’amore intimo del cuore che si stabilisce tra voi e Me.[5]

O figli, amori Miei, non lascerò che vi allontaniate dai Miei insegnamenti. Vi seguirò come la gallina fa col suo pulcino e vi porrò sotto le Mie Sante e Immacolate vesti. No, non sopporterò che voi viviate lontano ancora, lontano da Me. Io voglio essere in voi e voi Mi accetterete? Figli adorati del Mio Cuore, quando sarete con Me?

Quanto si dilaniano le membra nel momento del vostro rifiuto ai Miei richiami evidenti! Sì, soccorrerò le Mie pecore e con amore leccherò le ferite aperte e sanguinanti[6]; le curerò e con paterna protezione le coprirò dal gelo e dall’aridità del peccato. Non lasciateMi ed Io lavorerò ancora così in voi. Lasciatevi plasmare dalla Mia Santa Volontà e sarete Mio riflesso di Verità. Siate amore: amate l’Amore.

Vi benedico e vi tengo stretti al Mio Cuore di Pastore.

Con questo vi dico: date sicurezza al vostro piccolo cuore. Se Mi cercherete Io sarò con voi; se non Mi cercherete Io sarò con voi in ugual modo, poiché Io non posso abbandonarvi…” (21.5.1994)

(Cfr. Sapienza Rivelata del Dio Vivente – vol. 2)


[1]
Non stucchevole, ma dolcissima.

[2]Gv 10, 30.

[3]Gv 20, 16.

[4]Non lo vorranno perché sono ostacolati dai rancori verso coloro che glielo propongono e non per scelta deliberata!

[5]Per poi divenire esempio nella vita. La santità nasce nel cuore innamorato di Dio.

[6]Ez 34, 16.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *